La Fondazione

RENATA TEBALDI FONDAZIONE MUSEO

E’ costituita, con durata illimitata, una Fondazione di partecipazione denominata

“RENATA TEBALDI FONDAZIONE MUSEO”

La fondazione è una Organizzazione non lucrativa di utilità sociale ai sensi del D.Lgs. 4 dicembre 1997 n. 460.

La Fondazione ha sede in Busseto, PR, Via Provesi n.41.

La Fondazione potrà istituire sedi secondarie o uffici per lo svolgimento della sua attività, nonché per la promozione e lo sviluppo delle relazioni di supporto alla Fondazione stessa.

La Fondazione, che non ha scopo di lucro, si propone di svolgere attivita’ in tutto il territorio nazionale -per perpetuare la memoria storica dell’artista Renata Tebaldi mantenendo vivi nel tempo quei valori umani artistici e culturali che sono stati segno di distinzione del grande soprano;

  • tutelare il nome e l’immagine di Renata Tebaldi nel mondo nei confronti di tutti i media;
  • promuovere e favorire la diffusione della cultura e dello studio dell’arte musicale in ogni ambito sociale, con particolare riferimento all’educazione dei giovani nelle scuole, guida all’ascolto e allo studio della musica classica e del melodramma;

Per il raggiungimento dei suoi scopi, la Fondazione potrà, tra l’altro:

  1. organizzare corsi culturali, eventi, visite culturali e viaggi d’arte, seminari, manifestazioni, convegni, incontri, manifestazioni musicali, tavole rotonde, dibattiti, concerti e stages; procedendo, eventualmente, alla pubblicazione dei relativi atti o documenti aventi come oggetto la musica e l’arte;
  2. pubblicare e diffondere testi, cataloghi, pubblicazioni, documentari, monografie, CD, CVD etc;
  3. partecipare ad associazioni, enti ed istituzioni, pubbliche e private, la cui attività sia rivolta, direttamente o indirettamente, al perseguimento di scopi analoghi a quelli della Fondazione medesima;
  4. istituire borse di studio;
  5. organizzare studi e ricerche in collaborazione con altri enti nazionali ed internazionali, attinenti alla cultura, in particolare all’apporto artistico che Renata Tebaldi ha dato al mondo dell’opera ivi compreso il sistema scolastico universitario;
  6. stipulare convenzioni con Enti Pubblici e privati;
  7. svolgere qualsiasi altra attività, connessa agli scopi istituzionali che venga ritenuta utile per il conseguimento delle finalità della Fondazione.

La Fondazione non potrà svolgere attività diverse da quelle di cui al presente articolo, ad eccezione di quelle ad esse direttamente connesse, comunque in via non prevalente.

Per il conseguimento dei propri scopi, la Fondazione, in concomitanza di celebrazioni, ricorrenze o campagne di sensibilizzazione, potrà altresì promuovere occasionalmente raccolte pubbliche di fondi anche mediante offerte di beni di modico valore o di servizi ai sovventori.

Possono divenire “Partecipanti/Sostenitori“, nominati tali dal Consiglio di Amministrazione, le persone fisiche o giuridiche, pubbliche o private e gli Enti che, condividendo le finalità della Fondazione, contribuiscono alla vita della medesima e alla realizzazione dei suoi scopi mediante contributi in denaro, annuali o pluriennali, con le modalità e in misura non inferiore a quella stabilita, anche annualmente, dal Consiglio di Amministrazione, ovvero con l’attribuzione di beni materiali o immateriali.
Sono considerati Sostenitori Partecipanti tutti coloro che contribuiscono alla vita della Fondazione e alla realizzazione dei suoi scopi, mediante contributi in denaro annuali o pluriennali,  in misura non inferiore a quella stabilita annualmente dal Consiglio di Amministrazione

RENATA TEBALDI FONDAZIONE MUSEO
costituita il 4 Aprile 2016, come da atto notarile a repertorio del Notaio Manuela Magaglio (rep.n.64240-racc.n.8927)

SOSTENITORI ONORARI

Placido Domingo – tenore

Mirella Freni – soprano

Judith Goldberg – Assistente Metropolitan New York

Leontyne Price – soprano

James Lawrence Levine – direttore d’orchestra della Metropolitan Opera

Stéphane Lissner – Directeur de l’Opéra de Paris

Marilyn Horne – soprano

Eugene Kohn – pianista e direttore d’orchestra

Cristina Mazzavillani Muti

Aprile Millo – soprano

Riccardo Muti – direttore d’orchestra

Oliviero Toscani – fotografo

Adua Pavarotti

Zubin Mehta – direttore d’orchestra